mercoledì 24 febbraio 2010

Finalmente ci diamo all`Agricoltura!


Mentre le mie piantine appena seminate crescono, crescono mentre fuori piove, piove e continua a piovere....tanto che ho paura che quando smettera` i miei ravaneli saranno alti ormai 40 cm... ci dedichiamo anche alla lettura; a parte "Cime Tempestose" (che belllooooo!!!!!)....queste mese, gli articoli piu` importanti di IL/Intelligence in LifeStyle, mensile da cui attingo, riguardano principalmente l`agricoltura e le sue varie sfumature, nel mondo.
Si parla di un certo "ritorno all`agricoltura" ma anche del progresso, dell`agricoltura nei Paesi africani, delle merci della terra come Scambio, di Abbado e di suoi alberi a Milano e di una interessante cittadina brasiliana, ecologicamente corretta, tale Curitiba.
La notizia o meglio le informazioni che voglio riportare, sono una breve sintesi dei modi di coltivazione piu` diffusi nel mondo, escluso ovviamente il Metodo Intensivo....perche` ci sono varie "filosofie di coltivazione", e allora:
Metodo Fukuoka:
Intervento umano ridotto al minimo; niente concimi, diserbanti et varie, ma solo consociazioni, lotta biologica con animali.
Permacultura:
Punta a creare fattorie e villaggi come alternativa non solo agricola ma esistenziale; si abbattono costi e prechi; l`obiettivo e` la sostenibilita`.
Biodinamica:
Si utilizzano risorse organiche e naturali in relazione alle attivita` lunari ed altri rituali; si cura il terreno, si cura lo spirito, si curano le piante.
Biologica:
Limita l`utilizzo di prodotti di sintesi a favore di concimi organici e nel naturale rispetto del ciclo del terreno; la sua resa e` inferiore rispetto l`attivita` tradizionale.
Sinergica:
Propone la coltivazione di piante consociate tra loro per creare un equilibrio vantaggioso tra le varie specie; utile anche per la lotta ai parassiti.
Omeodinamica:
Deriva dal Biodinamico e si inserisce nel filone esoterico con nuove metodologie, calendari e preparati.
Conservativa:
Tipo di agricoltura che pone un limite alle lavorazioni meccaniche per un uso della terra piu` manuale; humus al posto di concime tra gli altri.
Integrata:
Sintesi tra agricoltura moderna e tradizionale con un giusto equilibrio tra produttivita` e impatto ambientale.

Io non pensavo esistessero tanti metodi, ma c`e` sempre da imparare; vorrei ulteriormente precisare, che queste informazioni sono tratte da una fonte e sono solo una sintesi dei vari metodi. Chiaramente chiunque puo` approfondire, anzi partecipare con un proprio commento; diverse lettrici infatti praticano gia` da tempo la lavorazione della terra.
Francesca


2 commenti:

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Tutto si sposa perfettamente con quanto espresso nel libro che sto leggendo, "Decrescita Felice" di Maurizio Pallante: le alternative esistono! E quello che può sembrare un tornare indietro, in realtà potrebbe essere l'unico modo per andare avanti!
Grazie per gli spunti,
DaniVS

Nicoletta/Pimpinella ha detto...

Fantastico Erri de luca, avevo fatto pure io un post dedicato a questa poeta :
http://pimpinellaworld.blogspot.com/search/label/Erri%20de%20Luca

Adoro la poesia : "Considero valore" andro' a curiosare in libreria questo nuovo libro ,grazie ciao nik