martedì 7 agosto 2012

DSW Eames Plastic Side Chair

E' forse la sedia che, per eccellenza, compare nelle case più trendy, ma non solo. La Sedia di Eames, meglio conosciuta come DSW Plastic Chair, obiettivamente è molto versatile, leggera, snella ed elegante con la sua base di legno chiaro, e, proprio per questi motivi, riesce a ben  stare sia in ambienti chiarissimi, sia in ambienti colorati. A maggior ragione in questi ultimi, può contare su una palette di colorazioni differenti che la rendono, ulteriormente accattivante.



Charles Ormond Eames, Jr è l'architetto autore, di questa sedia e di molte altre famosissime, insieme con sua moglie Ray. Lo Studio Eames infatti, ha rappresentato per il continenete americano, ciò che in Europa già Alvar Aalto stava facendo con i materilai naturali all'interno di quel movimento noto come "Organic design"  In 40 anni di attività gli Eames ci daranno infatti: librerie compatte, divani pieghevoli, sedie impilabili e mobili multifunzionali; oggi, tutti pezzi ricercatissimi.
Grazie alla collaborazione con Eero Saarinen riuscirono a svincolarsi dai dettami delle forme spigolose della Bauhaus spingendosi verso i territori inesplorati del design organico che prediligeva forme arrotondate e sinuose.



Attualmente Eames Plastic Side Chair è una linea di sedute disponibili sia per l'ambiente domestico sia per l'office. La sedia ha la seduta in polipropilene ed è trattata con degli additivi speciali per rallentare il processo di scoloritura dovuto ai raggi UV. Eames Plastic Side Chair si pone come la moderna reinterpretazione della leggendaria Fiberglass Chair. Presentata al concorso Low-Cost Furniture Design del Museum of Modarn Art di New York, è stata la prima sedia in materiale plastico lanciata sul mercato. La forma della scocca offre un elevato confort. Le gambe sono realizzate con una struttura di acciaio e acero giallastro.



La sedia si può acquistare sia presso i migliori Punti Vendita di Interior Design, che sul web. Certamente Vitra International AD resta il maggior distributore a livello internazionale, proponendo tutta una serie di pezzi storici da Eames a Frank Gehry ed altri. Il prezzo a cui la sedia viene proposta in vendita è di 272,00 euro: si trovano comunque numerosi siti in cui compare lo stesso articolo ad un prezzo inferiore, ossia a circa 139,00 euro; tra questi, i migliori specificano che si tratta di copie conformi e non di originali.

 
Tutte le immagini proproste fanno riferimento a delle ambientazioni in cui la protagonista principale resta la Plastic chair; solo nell'ultima immagine la sedia è la DSR, piuttosto che la DSW.

 DSW
Beautifully crafted space with six black DSW chairs.

 

http://www.vitra.com/en-gb/home/products/eames-plastic-side-chair-dsx-d/overview/
http://it.wikipedia.org/wiki/Charles_Eames

5 commenti:

LindyLouMac in Italy ha detto...

Very stylish but hot to sit on in this intense summer heat we are enjoying.

Anonimo ha detto...

Ciao, arrivo adesso dall'altro tuo blog, quello delle piante. E' vero, queste sedie le vedo spesso fotografate su internet, non sapevo di chi fossero e neanche costassero tanto! Sono belle, magari penserei ad una copia. Ciao, Chiara

ladonnaincorriera ha detto...

Ciao Francesca, queste ambientazioni dimostrano che anche la fredda plastica ( peraltro costosa)riesce a scaldare un ambiente. Io preferisco combattere con i tarli ....però! Ahimè!!!!Ciao e buone vacanze! Mariassunta

FastiFloreali ha detto...

Eh già, certamente con questo caldo non ispirano, ma forse il colore bianco mitiga un pochino, almeno per la mente; ahimè si, anche la plastica costa; qui si specifica che è un materiale particolare, trattato per non subire variazioni di colore...etc....Consideriamo comunque che stiamo parlando di Design, e quello incide molto, purtroppo!

Gio' ha detto...

Il tuo blog e' bellissimo,ci sono capitata x caso e mi sono innamorata , abbiamo molte passioni comuni,ho cominciato a seguirti,ciao e grazie di darmi tantissime ispirazioni