martedì 2 ottobre 2012

Karlsruhe: la Città a Ventaglio del margravio Karl Wilhelm di Baden-Durlach


Come fai a scegliere le singole mete ogni volta che organizzi un viaggio? mi chiede Giulia.
Bella domanda penso io e, dopo una serie di preamboli e spiegazioni che sarebbe tropppo lungo, aggiungo:
"....e sempre devo inserire almeno uno Zoo o un Museo Etnografico/Naturalistico per Stefano; mica possiamo toglierci l'opportunità di vedere qualche anaconda viva e qualche scheletro di dinosauro fresco d'antan?........"

 
 

Potrebbe iniziare così la spiegazione sulla scelta di Karlsruhe, ma dico subito che sarebbe troppo riduttivo per una città che merita veramente una visita, e con calma!
Intanto sul fondo del post ci sono tutti i link di riferimento di cui mi sono servita per studiare le singole mete cittadine e da cui potete attingere; io scriverò solo del resto!
Karlsruhe è una cittadina che si visita comodamente in famiglia, a partire da un giorno. Si può arrivare in treno o in macchina dato che è servita benissimo dai mezzi pubblici, ed i parcheggi sono molti ed accessibili, sia per la localizzazione sia per il costo. Certamente una delle attrattive maggiori è proprio il Castello da cui parte la famosa Raggiera....eh si, la città, essendo stata costruita a partire dal 1715 non ha un Centro Storico, con il suo giardino e Giardino Botanico, e poi, tra gli altri il Naturkunde, ossia il Museo di Storia Naturale, che, se avete in casa degli adolescenti compreso il marito, vale proprio la pena. Ma procediamo con ordine!

Staatliche Museum für Naturkunde Karlsruhe

Ottimo Museo da vedere; sono presenti diverse sezioni tra cui un Vivarium in cui sono collocate numerose varietà di Rettili e Pesci, delle grandi sale con Diorami, quindi animali ricostruiti nei loro habitat naturali e, finalmente, dei grandi saloni con resti di Dinosauri. Preciso che le didascalie, sono "anche" in inglese. Un piccolo bookshop in corrispondenza dell'ingresso, mette a disposizione una serie di gadgets tra cui spiccano purtroppo, delle miniature di dinosauri a prezzi non proprio popolari.

 
 
 

Dal Naturkunde, che ha nella parte anteriore il "solito giardino ben curato" alla Market Platz con il Mercato e la Piramide, occorre pochissimo, circa 5 minuti a piedi, e da lì al Castello, altrettanto.
Il Castello si presenta nella sua Semplice Imponenza Neoromantica a struttura Orizzontale ed invita ad un approccio; sono spesso presenti delle Retrospettive o Mostre Monografiche.
Nella parte posteriore il grande Parco; una bella ed ampia zona di verde molto vasta; un elemento forse negativo, è il fatto che sia attrezzato per i giochi solo in una sua parte abbastanza lontana dal castello e che sia molto fruibile in bicletta; le sue strade infatti sono realmente delle piste ciclabili, affollate soprattutto da studenti, dalla la vicinanza dell'Università.

 

A sinistra della struttura invece, si trova L'orto Botanico con la sua Serra e le sue meravigliose piante. La cosa che mi ha colpito è la stata non tanto la varietà di piante quanto le loro dimensioni; anche delle semplici fucsie erano alte più di un metro! Lì vicino, la stazione per la partenza del trenino turistico, gioia dei bambini e non solo.

Solo due piccoli ultimi accenni:
nella parte antistante il castello, nello spiazzo centrale, sono presenti alcuni piccoli centri/bar ristoro; malgrado la loro semplicità non si può ordinare solo "a glass of bier" ma occorre specificare anche la marca dato che sono molto assortiti.
I ragazzi/e che servono ai tavoli, quasi certamente studenti/lavoratori, sono molto disponibili e gentili (almeno quelli che hanno servito noi); lo voglio sottolineare perchè la gentilezza e la cortesia ormai le ritengo una merce rarissima.

 
 
 
 

Torniamo verso il centro
la città è gradevole da girare; le strade sono larghe, pulite e ci sono tanti negozi per la vita di tutti i giorni, compreso grandi librerie e centri specializzati in cibi biologici e senza glutine; tra un isolato e l'altro sono presenti piccole aree per il gioco e panche su cui riposarsi.
Mlagrado la "classica freddezza teutonica" in queste circostanze, sarà per la presenza di bambini? riusciamo sempre ad intessere un minimo di relazione con le persone presenti sul luogo.
Mi ha colpito: la calma, con cui si vive; la signorilità di alcuni atteggiamenti; l'assenza di folla malgrado Karlsruhe sia una città unioversitaria di ottimo livello. 

".........Karlsruhe, adagiata sulla pianura del Reno, tra la Foresta Nera e le catene montuose Vogesen e Pfälzer Berge, è un centro tecnologico e scientifico e ospita la sede dei tribunali più importanti della Germania. Inoltre, Karlsruhe è il luogo in cui è stato ricevuto il primo messaggio di posta elettronica in Germania. Venne inviato il 3 agosto 1984 da una collaboratrice dell'università americana del Wisconsin ed era indirizzato all'informatico Michael Rotert di Karlsruhe....Una città a forma di sole, con le strade come raggi..."


Link di Riferimento:
http://it.wikipedia.org/wiki/Karlsruhe
http://www.germany.travel/it/citta-e-cultura/citta/karlsruhe.html
http://www.viaggio-in-germania.de/karlsruhe.html
http://www.smnk.de/SMNK/01-0-home.html

2 commenti:

La casa sulla scogliera ha detto...

Bellissimo l'Orto Botanico! E chissà che bella città.

Any ha detto...

Grazie per avermi fatto conoscere questa bella città!