martedì 29 gennaio 2013

Piccole Soddisfazioni Sanitarie


Per alcuni motivi di carattere medico ho bisogno di una prima visita gastroenterologica; dopoqualche giorno, seguendo le preziosissime indicazioni della mia amica Loredana, riesco ad ottenere un appuntamento per il giorno X alle ore 10,00 presso la ASL di C/provincia di Frosinone con il medico Giovanni da me specificatamente richiesto.
Il giorno X, con le mie ore di permesso, con i miei 20,00 euro nuovi nuovi di benzina e con il mio numero di prenotazione, vado all'appuntamento 30 min prima; prendo il mio numerino, pago il ticket, 34,00 euro e lordi e mi dirigo all'appuntamento prefissato. Trovo davanti a me almeno altri 3 clienti; consegno la ricetta, mi guardo intorno, verifico il nome del medico sulla targa: Giovanni, bene!
No, male! Intanto scopro che non si và per appuntamento ma per fila, quindi chi arriva prima, prima entra, poi che nella stessa mattina, si effettuano anche gastroscopie, quindi gli orari si allungano in maniera spaventosa, poi soprattutto che il medico Giovanni è sostituito dal medico Antonio, e che la cosa capita spessissimo!
Nulla togliendo ad Antonio, io però ho prenotato Giovanni scegliendo di conseguenza una asl distante 19 km dalla mia e non solo, se la cosa è ripetuta e risaputa non è proprio corretto; per non parlare dell'orario. Tra le altre avrei anche altri appuntamenti, in uno dei paesi confinanti. Provo ad instaurare un piccolo dialogo tra i miei compagni di sventura:
.....si, vabbhè...
qui in italia non funziona niente....
....la solita storia.....
fà tutto schifo....
....servirebbe una bomba atomica.....
evito alcuni francesimi ed altre note di colore!
Ore, 9,30; ore 10,00; ore 11,00 e solo due pazienti entrati; ne manca ancora uno prima di me ed io ho un altro appuntamento; ore 11,15: toc toc: mi scusi, potrebbe dirmi qual'è iter corretto per il rimborso?
Rimborso, rimborso? perchè?
Sento le occhiate degli altri pazienti che mi giudicano un'eroica suffraggetta assunta in quel momento a paladino dei diritti sanitari di tutti....
Perchè ho prenotato per le 10,00 sono le 11,15 e ancora niente, ho prenotato Giovanni e vedo Antonio; basta? OK, ecco la ricetta, vada in ufficio.
Ufficio; buongiorno, vorrei un rimborso; perchè? Ripeto la tiritera.......
Devo trovare la pratica; mi ripeta i motivi esattamente, mica posso ridarle i soldi così.....Ripeto....
Documenti, codice fiscale, patente, gruppo sanguigno....etc...etc...
Restituzione, Firma.....Via!
Ore 11,30; arrivo puntuale al mio secondo appuntamento; ho perso ore di permesso, benzina, tempo e visita, ora dovrò ricominciare daccapo.......
.......MA VUOI VEDERE CHE SODDISFAZIONE!


PS: magari se facessimo valere i nostri diritti ogni tanto?

12 commenti:

Milena g. ha detto...

BRAVISSIMA LA PROSSIMA VOLTA ENTRA CON UNA MOLOTOV NASCOSTA DENTRO IL CAPPOTTO ED ENTRANDO APRI LENTAMENTE LA GIACCA ...

Grazyna Minejko ha detto...

Complimenti! Io mi chiedo solo perche la maggior parte di cose deve funzionare in questo modo, io personalmente non dovrei neanche lamentarmi troppo visto che non sono italiana e da buon ospite non è carino farlo :-)perfino il mio compagno mi dice che mi lamento troppo ma sapendo che nei altri paesi le cose funzionano diversamente e che siamo nel ventunesimo secolo è difficile digerire certe cose!
Sei stata bravissima!

l.a.(linda) ha detto...

Brava,bravissima. Se tutti facessero come te, l'Italia funzionerebbe come si deve. Complimenti per tutto Linda.

Marta ha detto...

Io in questi giorni sono diventata PAZZA per prenotare una visita (data: fine maggio...). Se non fosse stato per la gentilezza e l'abnegazione delle centraliniste del call center, avrei dato FUOCO all'ASL!

Down by the sea ha detto...

Sembra un incubo. Spero che le cose vengono ordinati per voi al più presto.
Sarah x

Marina ha detto...

Non ci stupiamo di ciò che hai detto perché è per noi ormai la normalità più assoluta! Hai fatto bene a farti rimborsare hai fatto valere i tuoi diritti, grazie per il consiglio se mi dovesse accadere anche io farò come te....forse ci vorrebbe più disobbedienza civile per cambiare questo insano paese.
Saluti
Marina

Günther ha detto...

non ci posso credere incredibile spero nulla d'importante però

cecile ha detto...

preghiamo la salute perchè non credo che cambierà un giorno... Ciao

cecile ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ladonnaincorriera ha detto...

Ho capito bene Francesca...ti hanno rimborsato? Ma brava. Anche io sono una guerriera e tu sei più brava. Penso che i blog debbano servire anche per questo, non solo per aghi e ricamini leziosi....Che ne dici? Ciao Mariassunta

Francesca D'Amico ha detto...

@Milena: mi piacerebbe moltissimo, ma preferirei risolvere in altro modo, e poi non ho il phisique du role di una novella Angelina Jolie.
@grazina: si, sarai anche ospite ma se le cose funzionano, se non, no! La pretesa è una cosa, il servizio un'altra.
@Linda: non sono brava, provo ad esercitare dei diritti
@Marta: prova con il numero regionale tuo di competenza negli orari limite, soprattutto il pomeriggio ed anche se hai già fissato un appuntamento, prova sempre a ricontattare perchè possono esserci delle rinunce. Inoltre importante; da pochissimo è stato attivato sul sito del tuo Recup, una pagina di prenotazioni on line in cui inserisci i tuoi dati, compreso il numero della ricetta e gli operatori ti richiamano entro due giorni max. Queste notizie mi sono riferite da mia cugina che lavora presso un recup regionale e mi dice spesso di trucchi o di servizi come questo.
@Down, Marina, Ghunther; non, nulla diserio (spero)...mi piacerebbe che non ci fosse questo immobilismo dilangante, ma forse alcune persone non vogliono perdere tempo oppure pensano erroneamente che non si possa fare.
@Mariassunta; ciao. Io, diciamo che mi sono svegliata alla soglia dei quaranta, non ho grosse pretese, solo il minimo sindacale, ma questo mi stà succedendo da quando vado all'estero, quando penso che qui tante cose non funzionano per il sitema e va bene, ma anche perchè ci sono tante persone che sono svogliate ed a cui non interessa nulla; non tutti, per fortuna!

annika ha detto...

Forte, fortissima, brava!