mercoledì 7 agosto 2013

.....iniziamo dall'Aventino!

Lunedì 5 Agosto ho un appuntamento con un vecchio amico a Roma; ci rivediamo dopo tanto tempo finalmente, ma alle tre di pomeriggio...già pregusto il caldo!!!
In odore di santità decido per i mezzi pubblici, quindi treno delle beneamate Ferrovie dello Stato e poi metro o bus. Decido inoltre di evitare "la callaccia" e di prendere il treno delle 6,45 del mattino...per le tre del pomeriggio? Si, perchè decido di fare La Turista a Roma!


Con insana premeditazione non telefono a nessuna altra amica nè vicina nè lontana ed in preda a raptus evito accuratamente la piantina di Roma; ricarico solo il cellulare, ma per il  marito, perchè....."ma se ti cerco dove ti vado a trovare per Roma?" va bene almeno quello concediamoglielo...e poi, si parte!


Treno incredibilmente in orario, un'ora e quaranta di percorrenza, Stazione Termini e poi decido per il bus ....ma per andare dove? ...ma da Eataly chiaramente (di cui parlerò approfonditamente poi)!!! ma solo come tappa finale! Allora prendiamo il 75 e scendiamo a qualche fermata che mi ispira così... a naso....
Quindi Esquilino, Santa Maggiore, via Urbana...no.
Via Cavour, il Centro per il Restauro, la parte posteriore dei Fori Imperiali......no.
Finalmente via dei Fori Imperiali, il Colosseo,  il Celio .....no.
SS Giovanni e Paolo, San Gregorio Magno, tutta la collina.....no.
Viale Albania, la Piramide.....ferma! prima della Piramide......l'AVENTINO!
Si scende!


Non andavo all'Aventino da circa 10 anni, quindi è stata proprio la scelta giusta; partendo da Via di Sant'Anselmo fino al Clivio dei Pubblicii, ho fatto un bel percorso noto forse ai romani ma soprattutto a quei "non turisti" che preferiscono le vie secondarie ai grandi flussi. Questo post non basta certamente neanche per una breve descrizione dei monumenti presenti su questo colle di Roma:
Sant'Anselmo, Sant'Alessio, la più nota santa Sabina, ma anche Santa Prisca.



Se digitate sul web Aventino, tra le immagini apparirà certamente quella stranota della serratura che contiene la Cupola di San Pietro; certo alla nove di mattina non c'era ancora la fila dei turisti ma magari non sanno neanche che si tratta del portone dell'aranceto del Priorato di Malta. Roba di poco, e poi la stessa cupola, se si ha pazienza, insieme ad un magnifico panorama, si può ammirare dai Giardini di Villa Balestra, teatro anche di manifestazioni culturali soprattutto a carattere musicale.
Come introduzione credo possa andare bene, per i dettagli al prossimo post!

5 commenti:

Ilaria ilmioangolodiVERDE ha detto...

Anche a me ogni tanto piace fare la turista, e piace farla anche a Roma la mia città, che non finirò mai di conoscere, ma mi piace perdermi per il centro, perchè ogni angolo può riservarci tante sorprese meravigliose!!!

:D

Ilaria ilmioangolodiVERDE ha detto...

Anche a me ogni tanto piace fare la turista, e piace farla anche a Roma la mia città, che non finirò mai di conoscere, ma mi piace perdermi per il centro, perchè ogni angolo può riservarci tante sorprese meravigliose!!!

:D

Ilaria ilmioangolodiVERDE ha detto...

Anche a me ogni tanto piace fare la turista, e piace farla anche a Roma la mia città, che non finirò mai di conoscere, ma mi piace perdermi per il centro, perchè ogni angolo può riservarci tante sorprese meravigliose!!!

:D

Carmine Volpe ha detto...

lo raccolgo come un grande invito nella mia prossima vista a roma, grazie

The white cabbage ha detto...

non vado da Roma da tantissimi anni, e questo post mi ha fatto proprio venire il desiderio di tornarci.
Anch'io adoro girare nei posti meno
visitati dal turismo di massa, e mi piace perdermi in stradine e scoprire scorci e luoghi bellissimi e forse un po' meno conosciuti.Attendiamo la continuazione.
Grazie per il tuo commento

ciao

ave