mercoledì 8 settembre 2010

Trento e le Multe di Piazza Mostra


Mi accingo a scrivere il primo Post Polemico del mio blog...credo...ma dopo aver letto una serie di informazioni in rete...dopo...penso sia il caso di parlarne;

"....dato che non avevamo mai visitato Trento e dopo aver studiato i cicli pittorici del Castello del Buonconsiglio in Storia dell'Arte, passando in zona, abbiamo deciso di fare una tappa in questa città. Premetto che noi, come ogni Viaggiatore che si rispetti...o presunto tale... dobbiamo asssumere sempre atteggiamenti consoni al rispetto di ciò che si vede e che ci circonda, compreso quindi la segnaletica stradale.

Entriamo in città e seguiamo le indicazioni di parcheggi segnalate, nei pressi del Castello o vicino, in qualche modo al centro città, che, immaginiamo ovviamente e giustamente, essere chiuso al traffico. Bene. Proprio di fronte il Castello, in piena curva, entriamo in una piazzetta in cui si può parcheggiare ed in cui sono già presenti altre autovetture; specifico subito, che all'ingresso della piazza NON E' PRESENTE NESSUN SEGNALE DI ZTL O SIMILI.

Parcheggiamo sulle strisce bianche libere, controlliamo le altre macchine, le altre strisce blu, i parchimetri, la segnaletica circostante e varie e ci allontaniamo per vedere gli orari di apertura del castello e dieci minuti dopo torniamo dato che l'ingresso, ancora chiuso è proprio di fronte la nostra macchina.....SORPRESA!!!!!

Un aitante giovanotto, Vigile per l'occasione, stava facendo multe a più non posso a tutte le macchine parcheggiate sulle strisce bianche, compresa una famigliola infiocchettata per festeggiare un Battesimo...!

Morale: questa piazza chiamata "Piazza della Mostra" è divisa in due parti, una parte libera con parcheggi blu ed una seconda parte libera ma Zona ZTL; esistono effettivamente due segnali, ma sono posti sulla destra della piazza, a metà percorso dietro altri segnali, quindi molto poco visili agli utenti, comprese quelle altre venti/trenta vetture che sono transitate nel frattempo, cioè gli altri dieci minuti di discussione con il vigile che è rimasto impassibile....per essere sul delicato.

Considerato inoltre che, come tutti gli altri automobilisti che continuavano ad entrare, dato che, ripeto, all'ingresso non vi era nessun tipo di segnale, stiamo stati considerati alla stregua di "persone che non conoscono il codice delle strada"....di nuovo per essere gentili, mi sembra il caso di proprio di pubblicizzare questo fatto.

Ho fatto delle ricerche su web e ho scoperto che Piazza della Mostra è stata oggetto di 3.800 multe nel giro di 4 mesi; se considerate che ogni multa perpetrata è di 115,00 euro, fate un po i conti. Esiste inoltre proprio una mappa delle zone di Trento in cui bisogna stare attenti se non si vuole essere multati, ed altre informazioni per facilitare la vita ai turisti con macchine proprie.

Un appunto: penso che, oggi, le multe, da strumento disciplinare per intransigenti , stiano diventando un ottimo strumento per incassare soldi, anche a scapito di quelle persone che comunque i soldi in città, con le loro visite e le loro compere li portano lo stesso; un turista con macchina propria sa perfettamente che la segnaletica va rispettata, a Trento come in qualsiasi altra città, ma l'estorsione di 113,00 euro per 10/minuti 10, cronometrati di sosta errata....mi spiace....

Ancora.... notizie di questo genere, se ben pubblicizzate, non fanno bene ad una città che merita comunque di essere visitata per le sue peculiarità"

Francesca

PS: ripenso ai P+R, Park e Ride di Monaco di Baviera, parcheggi in posizioni strategiche, in cui il costo del biglietto è di 1,50 euro per 24 ore

PS,PS: ovviamente non ho visitato il Castello del BuonConsiglio di cui ricorderò i Cicli Pittorici Medievali .....e la Multa di Piazza Mostra!


5 commenti:

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Giusto ieri sera parlavo con una blogger di come il raffronto tra la nostra realtà ed il fresco ricordo dei servizi e dell'ordine tedesco mi avrebberi ispirato più di un post polemico!
Evidentemente non sono la sola... :)
Concordo pienamente: le multe sono divenute una notevole fonte di introiti per le casse cittadine, non più un deterrente al disordine ed all'anarchia.
A Firenze stanno via via allargando la cerchia delle zone sottoposte a posteggio a pagamento. Tra un pò dovrò pagare anche per posteggiare qui sul poggio. Senza contare l'orrido balzello del parcheggio a pagamento all'ospedale: o non era un precetto di carità "visitare gli ammalati"? Carità si, ma al Sindaco.... :(

DaniVS

Gilda ha detto...

Abbiamo avuto la stessa disavventura .Al ritorno dalla Germania nel mese di luglio abbiamo avuto la bella idea di fernarci a Trento per dare uno sguardo a Maisons du Monde, cinque minuti e c'erano già i vigili per fare la multa, per fortuna avevano appena iniziato a scrivere quando ce ne siamo accorti.Quindi abbiamo loro fatto notare che il cartello non era visibile a quel punto hanno rinunciato.fortuna!!!!!!!!!!!

marigio ha detto...

E hai tutte le sante ragioni per essere polemica...mi accusano sempre di "avercela" con gli usi italiani, ma questa è l'ennesima prova che ho ragione.
Grazie per essere passata da me e per gli auguri.
Un abbraccio

La casa nei platani ha detto...

Il tuo blog è ricco di idee e suggestioni.
Ho comprato da poco il terreno dietro casa e i tuoi post sono per me preziosissimi... faccio subito una visita accurata!
rosalba

Anna ha detto...

Il tuo sfogo mi sembra più che giusto.Sono contenta di aver trovato questo tuo blog e mi sono iscritta tra i tuoi followers,ora vado a sbirciare anche nell'altro poichè ho sia giardino che orto.A presto,Anna.